Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

my life spins round your every smile

Tornare a casa ancora a tarda notte, dopo una lunghissima camminata, mentre la città intorno va pian piano addormentandosi e sentire di nuovo un piacevole fresco sulle braccia, col cielo che va coprendosi in attesa della probabile pioggia delle prossime ore.

Ora che l’estate va spegnendosi, inizio a ritrovare il piacere dei miei spostamenti notturni, mi sento tra i pochi privilegiati a poter godere certi momenti, come se si trattasse di una setta carbonara che solo in certi periodi dell’anno resiste a ritmi compassati e sonnolenti ed anche a tanti disagi, mentre d’estate tutt’intorno c’è più gente e più confusione, di quella caciarona, incapace di cogliere certe sensazioni sospese sulle strade e tra le luci della città. Ora riprendo ad apprezzare meglio anche la musica che mi accompagna nei miei tragitti, che cerco di scegliere sempre in maniera acconcia per l’orario e la circostanza. Questa sera mi hanno accompagnato – neanche a dirlo – ancora i Sigur Rós, con il loro lavoro che, dopo oltre un mese di metabolizzazione, sto riuscendo ad apprezzare sempre più, soprattutto perché è musica per anime riflessive ma serene e capaci, attraverso essa, di elevarsi su un grado di quieta consapevolezza, tale da far vivere gli eventi quotidiani in maniera pacata, razionale, ma al tempo stesso di farsi condurre dalle emozioni.

Allora, succede che ho passato un fine settimana stupendo, indimenticabile, fatto di tante piccole e grandi cose; succede che vengo ad apprendere qualcosa che razionalmente non dovrebbe farmi per nulla piacere, ma ciononostante subentra in me l’emozione profondamente radicata che mi porta da subito ad oltrepassare eventi estranei al mio essere ed alla mia vita attuale. È vero, se ci ripenso e mi metto a ragionarci su, mi potrei anche arrabbiare, e molto, anzi, l’ho già fatto. Ma ci sono cose che vanno oltre. Così, tutto ciò diventa ulteriore strumento di conoscenza di me stesso, delle mie reazioni e dei miei sentimenti e, come già mi sembra, persino veicolo per rinsaldare una consapevolezza e farla diventare condivisa, nel momento in cui non vi sono più dubbi su quanto fino a poc’anzi sembrava nebuloso ed incerto.

Oggi più che mai ho imparato a conoscermi ed ho compreso (ma non ce n’era bisogno!) ciò che provo e desidero; adesso non mi sento più il solo a desiderarlo, senza dubbi od ombre. Adesso mi pare che il centro gravitazionale della mia vita sia di nuovo saldo, così questo non può essere altro che un importante momento di passaggio, tale da segnare finalmente il superamento (e non credo di essere troppo ottimista…) dei tanti tormenti ed incertezze manifestate negli ultimi mesi.

Certe cose si sentono e quindi mi auguro di non essere smentito, anche per poter tornare a scrivere (di meno?) su queste pagine di argomenti forse meno profondi ma al tempo stesso meno contorti ed autoreferenziali. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: