Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

summer days in bloom

Ho sempre preferito i mesi freddi ed il clima invernale, nel quale in sublime della natura ha solitamente maggior modo di esprimersi con la forza degli elementi e quell’aria vivificante, limpida e cristallina. Invece, è già il secondo anno che mi sorprendo a dispiacermi un po’ dell’imminente fine (almeno astronomica) della stagione estiva: nonostante qualche pur piacevole temporale dei giorni scorsi, stamattina il sole è tornato caldo, ad illuminare queste giornate romane dolci e dense di momenti ed eventi, fors’anche trascurabili ma non per questo insignificanti.

Un anno fa, mentre Hayden cantava nelle mie orecchie This summer ed io pensavo ad un’estate in grado di durare per sempre, mi interrogavo se quella potesse essere soltanto una stagione felice ed unica ma allo stesso tempo passeggera ed in fondo vi era una sorta di timore che potesse restare solo tale. Invece le stagioni sono trascorse e l’estate tornata ed anche trascorsa nuovamente: un’estate in parte diversa dalla precendente, ma non per questo da non ricordare, anzi in essa ho potuto apprezzare il dolce della vita anche tra altre sensazioni meno gradevoli. Così, i momenti belli sono stati ancor più importanti e ad essi sono riuscito a dare un giusto peso, non solo di per se stessi ma anche in un contesto che, obiettavimente, non può essere composto soltanto da essi. La città di Roma, finalmente vissuta in maniera più intensa, sta facendo da cornice a questi giorni, come ha già fatto nel mese di luglio: purtroppo ora un ritmo di vita cui mi ero abituato è vicino alla sua parziale conclusione, ma del resto non si può vivere sempre in vacanza. Ma non per questo le cose potranno cambiare, perché si tratta di eventi inevitabili, un po’ proprio come il passare delle stagioni, e in fondo quest’altra è estate sarà comunque servita a comprendere tante cose, a vivere tanti momenti – non solo piacevoli – e la sua importanza non sarà, alla fine, per nulla inferiore a quella della precedente.

Così, anche quest’anno avrò tanti giorni e tanti eventi da conservare nella memoria, mentre ancora penso che la durata dell’estate e la costante presenza di un caldo sole non dipenda soltanto da motivi meteorologici. Sarà per questo che già accolgo, con la consueta gioia e senza tracce di malinconia, le prime gocce di pioggia e le prime folate di vento fresco e, nonostante sia solitamente freddoloso, non temo le intemperie della stagione invernale, perchè anche in essa penso di poter sentire sempre il tepore di quel sole estivo che mi ha carezzato in questi mesi, come già aveva fatto persino durante lo scorso inverno… 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: