Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

disclose your eyes

Con mia enorme sorpresa, mi sto sempre più scoprendo alla ricerca di musica indipendente prodotta in Italia, al di là dei pochi nomi che già da tempo seguivo e apprezzavo (Giardini di Mirò, Port-Royal e pochissimi altri). Sarà che sto superando una certa mia diffidenza nei confronti di artisti italiani, ma oltre ad alcune produzioni di valore uscite nell’ultimo anno in campi piuttosto diversi tra loro (appunto Port-Royal, Saeta, Giuseppe Ielasi, Tellaro, i poco sotto citati Valentina Dorme), ne sto scoprendo in continuazione delle altre, meritevoli di attenzione, al di là di un mio certo ostracismo per la musica italiana.

È il caso di questa band chiamata All My Faith Lost, con all’attivo già diversi lavori, l’ultimo dei quali, dallo splendido titolo As you’re vanishing through silence, ha richiamato la mia attenzione per la pura coincidenza di averlo visto accanto ad album di altre band internazionali da me molto amate. Dopo accurate ricerche, ne sono da poco entrato in possesso ed in questo momento sto finendo di ascoltarlo per la prima volta, con un’impressione davvero positiva, nonostante il suono di All My Faith Lost si collochi in territori da me non particolarmente esplorati. Infatti l’ambientazione sonora di questo lavoro è alquanto oscura, a tratti quasi gotica; ma tale oscurità non presenta alcun cedimento a manierismi dark, risultando persino lieve ed etereo, grazie alla strumentazione interamente acustica (chitarre, archi e soprattutto pianoforte) ed al sobrio e dolce cantato dei due componenti della band, Viola e Federico. La malinconia di fondo del lavoro rimanda agevolmente a “classici” del genere come i Dead Can Dance o i primi His Name Is Alive, anche se quel mood così oscuro è in realtà qui diluito in composizioni tenui e minimali, poetcihe nenie, dai toni soffusi e dalla bellezza limpida e non costruita.

Al di là di ogni cliché e definizione musicale, As you’re vanishing in silence, è un lavoro che riesce ad emanare calore, creando un’avvolgente e malinconica penombra, tale da indurre alla concentrazione ed all’ascolto, senza con ciò esprimere emozioni preconfezionate e scontate: come tale, non può lasciare indifferenti anche quanti, come me, non sono proprio soliti praticare questi suoni.

www.allmyfaithlost.com

Annunci

2 risposte a “disclose your eyes

  1. raffaello 7 febbraio 2006 alle 18:29

    Caro Thereisalight, che dirti? Certo non sono esattamente pop, né proprio il massimo della leggerezza, ma mi hanno colpito abbastanza, per quanto non ami molto il genere.
    Sarà che il mio vecchio ostracismo nei confronti delle band italiane si sta trasformando in eccessiva indulgenza?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: