Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

when you are coming home

Giorni pesanti, stanchezza, nervosismo e qualche scintilla positiva; poi, alcune sensazioni positive, la liberazione da un peso ed ancora piccole-grandi cose che riescono a rendere felici e ad illuminare pure momenti concitati, tra preoccupazioni e affanni sia mentali che fisici.

Non è stato certo necessario sfogliare a ritroso queste pagine per ricordare come un anno fa, più o meno negli stessi giorni, il mio modo di sentire non fosse poi così diverso, anche se allora generato da tutt’altre motivazioni. Sarà anche per queste giornate troppo lunghe, per i primi accenni di clima estivo e per quella sorta di trepidante e insofferente attesa che da qualche anno connota per questo periodo dell’anno. Ma è soprattutto perché la stanchezza si fa sentire e con essa quella sorta di indolenza e disagio per le troppe contraddizioni tra desideri ed obblighi, tra aspirazioni e realtà contingente. Anzi, quasi per assurdo, finisco per sentirmi più realizzato in attività tutto sommato fini a se stesse cui però l’impellenza del momento conferisce importanza fondamentale: è un po’ come se tutto ciò provochi almeno la positiva sensazione di sentirmi a posto con la coscienza e soprattutto un minimo di gratificazione per l’insolita percezione dell’utilità dei miei gesti, delle mie energie. E se anche l’agitazione e la carenza di tempo mi impedisce di soffermarmi sulle cause e gli effetti di questa situazione, finisco, quasi paradossalmente, nel cogliere da essa gli aspetti migliori, ricevendone stimoli insospettati, forse anche per contrasto con quei pochi attimi di quiete, nei quali rifugiarsi in un abbraccio quanto mai anelato, disperdendo, già nell’avvicinarvisi, tensioni e frenesie presenti fino pochi minuti prima. Così, mentre mi lasciavo alle spalle una corsa quasi folle ma fortemente voluta, pur di strappare pochi minuti al convulso tempo di questi giorni, già prima di giungere “a destinazione”, colonne di stanchezza iniziavano a trasformarsi in bagliori di gioia, azioni e pensieri accelerati in istanti di quiete soffusa e rilassante, evocando una sensazione che non a caso ho percepito come incredibilmente reale, quella del “ritorno a casa”, del rifugio tra le piccole-grandi cose intime e quotidiane, lasciando fuori preoccupazioni e stanchezze di una giornata davvero intensa. 

Ed anche ora che le ansie si sono ormai quasi del tutto dissolte, ma le contingenze pratiche si sono fatte, al contrario, più pressanti, la stanchezza ed il nervosismo ancora presenti scolorano a tratti, come adesso, in una sorta di strano ma non spiacevole intontimento, che fa balenare di nuovo nella piamente quella sensazione di “casa” e di ritorno alla quiete che certamente rimarrà a lungo nella mia mente, associato al ricordo di questi giorni.

when you are coming home: industries of the blind – demos [self released 2005]

Annunci

2 risposte a “when you are coming home

  1. francesco23 15 giugno 2006 alle 12:45

    eccomi subito tornato su questi tuoi lidi. sono lidi per me piacevolissimi e molto utili in quanto insaziabile e sempre alla ricerca di nuovi ascolti e suggestioni musicali. sono così andato a curiosare le vecchie pagine e mi sono ascoltato i pezzi proposti dalla radioblog. in particolare mi hanno piacevolmente sorpreso e spinto ad una ulteriore conoscenza pillow, tanakh (firenze è la mia città) e anois (il sito ponirecords è fantastico, da passarci ore a leggere e ascoltare e a curiosare. grazie davvero per tutti questi incontri.

    ps in questi giorni nel mio lettore accanto al cd di helios si alterna quello di èlia di lalli e salizzoni, uscito per il manifesto. se capita dacci un ascolto..

  2. raffaello 15 giugno 2006 alle 16:03

    Sono davvero contento che tra i tanti segnalati abbia potuto scoprire gruppi di tuo gradimento: in fondo la finalità del mio così copioso parlare di musica è soprattutto quella di incuriosire qualcuno, meglio poi se ciò avviene anche incontrandone il gusto.
    E siccome anch’io sono altrettanto insaziabile nella ricerca di nuova musica, ti ringrazio della tua segnalazione, che provvederò a procurarmi quanto prima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: