Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

warm july

Ammetto di sentirmi piuttosto spaesato, da buon abitudinario qual sono, mentre cerco di organizzare l’imminente partenza: sarà forse per la particolarità (e novità) in essa insita, oppure, ancor più probabilmente, per questo mese di luglio ormai alla fine, trascorso quasi per intero in una condizione per me inedita ma in fondo del tutto naturale, tra i molti "alti" e qualche "basso", dai quali finisce per essere caratterizzata quasi ogni situazione di vita.

Non mi va di tracciare consuntivi, come se le ultime tre settimane potessero esser poste sui piatti di una bilancia, sono semplicemente trascorse, fin troppo rapidamente, come sempre avviene con le cose piacevoli, al di là delle mie perenni piccole scontentezze o pretese, tutto sommato trascurabili se rapportate semplicemente a quello "spirito" che da questa sera ed ancor più da domani mi mancherà davvero tanto. E non certo soltanto per la forza dell’abitudine, ma per tante piccole cose che hanno caratterizzato questi giorni: le piccole attese, le sensazioni della quotidianità, la gioia nel fare (e dare) il più possibile di me stesso, e ancora semplici sguardi, piccole riflessioni estemporanee a volte originate da momenti quasi insignificanti, e tante altre piccole e grandi condivisioni, quasi possibili proiezioni di una vita desiderata, da realizzare prima o poi (non troppo poi….).

Al momento, non riesco ad aggingere altro, né voglio farlo: soltanto custodisco dentro me il ricordo di questi giorni – e lo conserverò di sicuro a lungo – per quanto già la nostalgia sembri prendere il sopravvento sulla gioia, come sempre molto pacata. Altre esperienze da ricordare sono appena dietro l’angolo, già lo so, ma in questo momento mi sento così trasognatamente soddisfatto da stentare più di sempre a raccogliere le idee per il prossimo viaggio, che pure non richiede preparativi particolarmente complessi. È strano, in fondo, che al di là di una certa inevitabile tensione che precede e accompagna i miei spostamenti (e questo ancor di più), la consapevolezza dei gravosi impegni che mi accompagneranno lontano di qui contribuisca a considerare come la mia vera "vacanza" di quest’anno non quella contrassegnata dai prossimi spostamenti, ma quella trascorsa nel luogo a me più familiare, nel corso di questo indimenticabile mese di luglio.

warm july: sodastream – reservations [trifekta 2006]

Annunci

Una risposta a “warm july

  1. tmtd 31 luglio 2006 alle 18:35

    sono davvero felice che tu abbia passato delle belle vacanze..^_^
    il “trasognatamente soddisfatto” devo segnarmelo.. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: