Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

violet morning

Ho scoperto Jamie Barnes all’inizio dello scorso anno, grazie ad un e.p. di cinque pezzi pubblicato per la netlabel belga Sundays in Spring. A differenza di molte altre uscite di quella sempre ottima netlabel, non si trattava però del debutto di qualche oscuro gruppo più o meno sperimentale dell’area franco-belga, ma dell’opera di un delicato cantautore originario di Louisville che aveva già inciso due album nel 2003 e nel 2005, rispettivamente “The Fallen Acrobat” e “Honey From The Ribcage”, che mi sono affrettato a procurarmi, avendo così la rivelazione (soprattutto nel primo) di un autore che vive la musica con semplicità, narrando le sue storie, piccole ma efficacissime, sulle note di una chitarra acustica e poco altro, ad accompagnare una voce soffusa dai contorni trasognati e dolce-amari.

A fine 2006 Jamie ha fatto uscire un nuovo, splendido lavoro, dal titolo “The Recalibrated Heart”, che contiene dieci brani di melodie limpide e dolci, dieci autentici bozzetti sonori che sembrano disegnati appositamente per cullare pomeriggi grigi e un po’ indolenti, riscaldandoli con il loro profondo calore umano di chitarra e voce. Come spesso capita, sembra esserci poco da dire di fronte ad autori come questo, che fanno della semplicità e dell’autenticità espressiva il fulcro della loro arte; eppure, a colpire è senza dubbio più lo spirito di Jamie Barnes che non la sola forma della sua musica, mentre le sue sottili melodie, che possono ricordare da vicino quelle dei Sodastream o dei Great Lake Swimmers, entrano facilmente in circolo, rendendo ben presto le loro carezze quasi indispensabili.

“The Recalibrated Heart” è forse la sua opera finora più completa ed efficace e chissà che un album così intenso e raffinato non possa riuscire a diffondere un po’ più la sua arte, come merita. Intanto io consiglio vivamente l’ascolto di tutte le sue opere, magari partendo, anche per facilità di reperimento, proprio da quell’e.p. che me lo rivelò all’incirca un anno fa.

http://www.jamiebarnes.net/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: