Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

by the sea

Si può dire che stia ancora piangendo per la decisione dei Sodastream di smettere di far musica insieme, mentre ancora dall’Australia continua a provenire, per fortuna, musica di quella che a me piace davvero tanto, di quella che parla al cuore con la sua sincerità e la delicatezza di semplici elementi fortemente espressivi.
Da qualche giorno sto ascoltando finalmente il nuovo album degli Art of Fighting, sul quale ancora non voglio pronunciarmi se non per dire che conferma pienamente il suono della band e che comprende alcuni brani davvero splendidi. E poi c’è questa specie di piccola, splendida "scena" musicale che ruota intorno alla minuscola etichetta Tien An Min: di Tamas Wells avevo parlato già tempo addietro, agli ottimi Adlerseri ho fatto un accenno più rapido di quanto meritassero appena pochi post fa, ed ora è la volta dei Broken Flight, band parallela proprio agli Adlerseri, visto che di entrambe fanno parte Nathan Collins e Pete Boyd.

Il passaggio nella conoscenza da una band all’altra è stato quindi naturale e mi ha fatto scoprire quella che potrei approssimativamente definire proprio la via di mezzo tra il cantautorato, delicatissimo e dotato di una spiccata vena pop, di Tamas Wells e le dilatazioni al rallentatore di Adlerseri.

Come spesso capita quando parlo di musica negli ultimi tempi, si tratta di canzoni discrete, eseguite quasi sotto voce, fatte quasi solo di pochi tocchi di pianoforte e chitarra cristallina, sui quali si innesta una notevole sensibilità verso melodie semplici, ma di pronto impatto emotivo. E, come spesso capita con riferimento a musica dotata di queste caratteristiche, anche le parole per descriverla sembrano venir meno, oppure sarebbero soltanto ripetitive, poiché si tratta di una forma d’arte da sentire e apprezzare non solo con mezzi sensibili o razionali, ma da assorbire piano piano, abbandonandovi le nostre componenti meno razionali. Allora, anziché aggiungere altre parole superflue, rimando chi li volesse conoscere alla loro pagina myspace, sulla quale possono trovarsi anche ben quattro brani in download; così li ho conosciuti anch’io, anche perché altro modo non esiste, visto che la loro musica non si trova nemmeno sui vari circuiti di file-sharing o simili. Ma è musica per la quale vale davvero la pena di spendere qualche soldo, anche perché, al di là della sua qualità artistica, la confezione dell’album "On Wings, Under Waves" merita davvero, con il suo delizioso cartonato in bianco e nero, al quale è legato un semplice filo di colore granata che, avvolto intorno ad essa, serve ad aprirla o a mantenerla chiusa.
Sono dettagli piccoli e insignificanti, come forse molti potranno sbrigativamente etichettare questa forma d’arte che così poco si presta a intellettualismi di bassa lega, oggi così tanto in voga. Eppure, sono dettagli come questi, trasposti nella musica dei Broken Flight, che possono farla amare da quanti hanno la sensibilità adatta per recepirla.

Annunci

2 risposte a “by the sea

  1. UnPaino 10 marzo 2007 alle 19:03

    ascolterò attentamente questo gruppo. mi dispiace ma ho avuto problemi col pc spero possa finire di scaricare il mio cd quanto prima. a presto

  2. beavisbutthead 19 marzo 2007 alle 16:07

    se sei di roma…vogliamo parlare del concerto dei sodastream annullato al circolo?
    e poi…come stai messo a vespa?

    bb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: