Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

feels like home

Di ritorno da una decina di giorni di previsto e soddisfacente “nulla”, mi sono finalmente immerso nella solitudine che tanto mi era mancata durante il mese di luglio. Benché il distacco dalla tutto sommato piacevole noia e familiarità dei giorni scorsi abbia lasciato in me il consueto, prevedibile senso di amarezza, fin dall’inizio del viaggio di ritorno ho potuto percepire la novità di una condizione e di tragitti estivi per me piuttosto inconsueti.
Lungo il tragitto, mi sono fatto da subito abbracciare dalla musica – che dall’inizio del mese ho dovuto un po’ trascurare – ma la sensazione del “voltare pagina” dopo mesi densi di tensioni e preoccupazioni, ho potuto percepirla all’arrivo, in una città deserta, il cui relativo silenzio ho voluto apprezzare addirittura privo delle mie inseparabili cuffiette. E poi, finalmente a casa, adesso sì vissuta con piacere e serenità, e con la consapevolezza di poter (e dover) ricominciare con ritrovata serenità mentale e, soprattutto, con la certezza che tanto travaglio è ormai alle spalle: non è una presenza, ma un’assenza a farmelo capire, perché tutto ciò vuol dire semplicemente che le cose vanno bene così.
E allora, ancora qualche giorno prima di ritrovare gli impegni, per poter godere della solitudine e dei ritmi cittadini ridotti al minimo, in questo strano, agognato, solitario, agrodolce ferragosto romano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: