Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

my compilations: #41

Nessuna presentazione, questa volta; nessuna introduzione alla nuova raccolta musicale, se non quella relativa ai suoi connotati musicali, visto che da tanto tempo pensavo di compilarne una in chiave elettronico-ambientale, come da un po’ non capitava.
Raccolta intima e notturna, compilation buona per addormentarsi con suoni rotondi, dilatati e classicheggianti, ma anche raccolta che ricorda il tepore umano e meteorologico di certe notti autunnali e nel titolo e nella copertina sostanzia una dedica sottovoce, il lascito discreto di un ricordo, di momenti sospesi e sensazioni che corrono sul filo dei pensieri, fini a se stesse, a colmare distanze fisiche e preannunciandone altre, con non altra finalità che il fluire del pensiero, ovattato e sonnolento, ma in grado di travalicare gli spazi e i silenzi sospesi tra le parole e gli sguardi, tra ciò che, ancora una volta, poteva essere e non è stato; anzi, non sarà. Allora tanto vale abbandonarsi alla notte e al suo intimo raccoglimento…

01. part timer – a familiar site
02. lightsway – missed
03. message to bears – pretend to forget
04. takahiro kido – the gentle afternoon
05. astrïd – déjà vu
06. library tapes – pieces of us were left on the tracks…
07. matthew robert cooper – miniature 4
08. jóhann jóhannsson – the rocket builder (io pan!)
09. near the parenthesis – departing gaze
10. marconi union – transient
11. bersarin quartett – es kann nicht ewig winter sein
12. the soul’s release – elska min
13. tread softly – they touched the sky
14. strom noir – planet catcher
15. hammock – mono no aware
16. windy & carl – my love

[rafcd41]

download: part 1part 2

(cover image by Annabelle)


Annunci

2 risposte a “my compilations: #41

  1. perplessino2 15 novembre 2008 alle 17:05

    Devo ammettere una compulsione preoccupante, soprattutto in un individuo della mia età (molto maggiore della tua, suppongo) scatenata dalle possibilità offerte dal download. Mi ritrovo, come molti, con migliaia di dischi che chissà quando ascolterò davvero…
    Ma, passando qualche volta dalle tue parti, ogni volta che ho scaricato una tua compilation ho apprezzato la cura e le scelte. Le ho ascoltate e riascoltate, tacitamente ringraziandoti per l’ottimo lavoro. Anche questa, appena messa in download, a giudicare dalla tracklist non sarà da meno. Ecco, visto che non l’ho fatto sinora, ti ringrazio, Raffaello, per ognuna delle volte che le tue emotional soundtracks hanno attraversato le mie giornate.
    Odradek

  2. raffaello 16 novembre 2008 alle 10:47

    Grazie a te delle belle parole: mi fa molto piacere che possano trovare apprezzamento queste piccole raccolte, create con l’intento di fissare con un minimo di stabilità gli ascolti – troppi e disordinati – di un periodo di tempo o di generi affini.
    Bellissima e del tutto adeguata la definizione di “emotional soundtracks”: il più delle volte è di questo che si tratta e cerco in questo modo di condividerle e diffondere minimamente musica che reputo valida e meritevole di più ampia fruizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: