Tracce di emozioni

pensieri, emozioni e raggi di sole attraverso le tenebre

Archivi Mensili: aprile 2012

hidden highways

Hidden Highways è la collaborazione tra la bravissima cantautrice irlandese Carol Ann McGowan e il connazionale Vertigo Smyth. Sviluppando le scarne trame acustiche presentate da lei nel suo esordio “Songs From The Cellar“, le quattro tracce dell’E.P. vi aggiungono una produzione più accurata e l’intervento della voce del collega, con la quale quella esile a fascinosa di Carol Ann si intreccia in suggestioni raffinate, sia nell’originale d’inizio “In Defence Of Magpies” che nelle successive cover e rielaborazioni di classici del folk, ma anche di un testo di Enrik Ibsen.

Annunci

stare

Il Record Store Day dello scorso 21 aprile ha visto, come sempre, tantissime iniziative, tra le quali una serie di pubblicazioni discografiche esclusive. Una di queste riguarda una nuova collaborazione tra due degli artisti di punta dell’etichetta inglese Erased Tapes, ovvero Nils Frahm e Ólafur Arnalds, che si sono cimentati in un E.P. dallo spiccato profilo ambient-elettronico, denominato “Stare”.
Tratto da questo interessante lavoro, è ora disponibile in download gratuito il remix a cura di Max Cooper di uno dei brani in esso contenuto, “a2”.

the ghost in daylight

Ha impiegato cinque anni Nick Talbot per tornare a farsi vivi con il quinto album dei suoi Gravenhurst. “The Ghost In Daylight” verrà pubblicato il 30 aprile dalla solita Warp e segna un significativo ritorno alle origini di “Internal Travels” e “Flashlight Seasons”, con il sostanziale abbandono dei muri elettrici che avevano connotato in senso indie-rock o addirittura shoegaze il precedente “The Western Lands“.
“The Ghost In Daylight” potrà forse deludere chi li ha conosciuti solo in quell’occasione, ma non chi apprezza Talbot fin dagli esordi non potrà non salutare con grandissimo piacere il ritorno di Talbot a ballate di un folk acustico brumoso e incantato.

PIANO MAGIC: anteprima e playlist

Avevo anticipato già qualche settimana fa l’uscita dell’undicesimo disco di Piano Magic, “Life Has Not Finished With Me Yet”, prevista per il prossimo 7 maggio tramite l’etichetta-culto Second Language.
Questa sera avrò l’onore di presentarlo in anteprima radiofonica assoluta nel corso del programma radiofonico L’Attimo Fuggente, che conduco insieme a Francesco Amoroso sull’emittente romana Radio Città Aperta. Accanto a un paio di pezzi tratti dal nuovo disco, ospiteremo una playlist appositamente compilata da Glen Johnson, che ricalca gli ascolti e le suggestioni che hanno accompagnato la realizzazione dell’album.
L’appuntamento è a partire dalle ore 22 sugli 88.9 in FM a Roma e ovunque in streaming su http://radiocittaperta.it/live/radio.html oltre che sulla pagina Facebook della trasmissione.

introducing: WILL SAMSON

Per un qualche strano caso, nel giro di pochi giorni mi è capitato ben due volte di vedermi recapitare richieste di “ospitalità” da parte di artisti ben poco conosciuti, interessati a diffondere la loro musica attraverso i miei modesti mezzi.
Questo mi sembra il luogo più adatto per farlo, almeno rispetto al più “istituzionale” Music Won’t Save You, destinato per ora a raccogliere esclusivamente recensioni, interviste e altro materiale discorsivo in genere.
L’artista che inaugura quella che per ora è una rubrica soltanto estemporanea si chiama Will Samson, attualmente residente a Berlino ma nato in Inghilterra e cresciuto in Australia.
In precedenza ha inciso sotto l’alias Himalaya, mentre lo scorso anno ha pubblicato su Home Normal il primo disco a proprio nome, “Hello Friends, Goodbye Friends“, via di mezzo tra uno scarno cantautorato in falsetto e ambientazioni elettroacustiche casalinghe.
La traccia che ha inteso condividere – anche in free download – attraverso queste pagine è invece un vecchio brano del 2009, reinterpretato e sottoposto a nuovo mastering per l’occasione.

the blue moods of soul

Scioltisi nel 2001 dopo il loro terzo album “I Believe” e sorprendentemente tornati a farsi vivi con il bel singolo “I’m Still Free” quasi dieci anni dopo, gli Spain hanno annunciato la pubblicazione di un nuovo album, intitolato “The Soul Of Spain”.
Ne è passato di tempo da quel gioiello di understatement di “The Blue Moods Of Spain“, ma non potrà che fare effetto ritrovare la  desolata eleganza della band di Josh Haden. Appuntamento a maggio, sull’etichetta Glitterhouse.

all blackshirts to me

Dopo essersi fatti amare col loro “Our Temperance Movement“, i Cats On Fire si sono lasciato attendere per ben tre anni, nel corso dei quali hanno comunque regalato qualche nuova gemma come “The Hague” e una corposa raccolta di vecchi brani e singoli sparsi (“Dealing In Antiques“).
Adesso per l’assoluta eccellenza indie-pop finalndese è finalmente tempo di un nuovo disco, che proprio in questi giorni viene pubblicato in patria dall’etichetta Soliti e per il resto del mondo dalla benemerita Matinée. L’album si intitola “All Blackshirts To Me” e fin dai primi ascolti le sue dodici tracce mostrano un accentuato profilo acustico, a far da scheletro a popsong meno scatenate rispetto al recente passato ma con tutte le carte in regola per far breccia grazie al loro delicato sapore agrodolce.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: